Endocrinologia

Tiroide

Vengono eseguite in studio visite endocrinologiche per ogni tipo di patologia tiroidea: ipotiroidismo, ipertiroidismo, nodi tiroidei, gozzo, disfunzioni tiroidee nelle donne infertili e in gravidanza. Durante la visita, se necessario, viene eseguita una ecografia tiroidea.

Visite endocrinologiche per problemi di iperprolattinemia.

IPOTIROIDISMO

Definizione, diagnosi e trattamento

Tiroide

E' una patologia molto frequente prevalentemente femminile(80%) con ridotta produzione di ormoni tiroidei (FT3, FT4) ed innalzamento dell'ormone di controllo (TSH). La causa più frequente è quella autoimmune e familiare dovuta alla produzione da parte della paziente di anticorpi contro la sua stessa tiroide (autoanticorpi antitiroide) che pertanto risultano elevati. La tiroide è di volume normale o ridotto e l'ecostruttura disomogenea di solito senza evidenti nodi tiroidei. I sintomi sono astenia (stanchezza), ridotta concentrazione, cute fredda, irritabilità, tendenza all'aumento di peso. Particolare attenzione deve essere data alle donne infertili o in gravidanza. La diagnosi è semplice, la terapia è quella sostitutiva con ormoni tiroidei.

IPERTIROIDISMO

Definizione, diagnosi e trattamento

Tiroide

Meno frequente dell'ipotiroidismo è prevalentemente femminile. L'ipertiroidismo più frequente è quella non nodulare detto Morbo di Basedow; più raro quello nodulare. Il valore del TSH è basso o indosabile con gli ormoni tiroidei elevati. Come per l'ipotiroidsmo, anche l'ipertiroidismo non nodulare è di origine autoimmune con elevati titoli di autoanticorpi antirecettore del TSH (TRAB). I sintomi sono astenia (stanchezza), cute calda, sudorazione, ansia, insonnia, tachicardia, calo di peso nonostante elevata introduzione di cibo. La diagnosi è semplice e la terapia è a base di farmaci antitiroidei da somministrare alla dose minima efficace con controlli periodici degli ormoni tiroidei del TRAB e del TSH.

IPERPROLATTINEMIA

Diagnosi e trattamento

La prolattina è un ormone prodotto dall'ipofisi presente sia nell'uomo che nella donna. E' l'ormone che stimola la produzione di latte durante l'allattamento. Livelli elevati di prolattina possono essere dovuti all'utilizzo di farmaci antidepressivi o gastroprotettori come la sulpiride oppure ad una eccessiva produzione da parte dell'ipofisi. L'iperpolattinemia nell'uomo provoca calo del desiderio, diminuzione dei livelli del testosterone con possibili problemi di erezione. Nella donna irregolarità mestruali, ridotta fertilità e talvolta galattorrea (modesta secrezione di latte dal seno). La diagnosi è semplice, la cura estremamente efficace.

Share by: